Abano vs Union Feltre, Serie D Girone C

Serie D Girone C | 26^ giornata | Stagione 2017/2018

1-2

Serie D Girone C, Abano Calcio vs Union Feltre

Tabellino

ABANO (4-4-1-1): Castaldo; Lacerti (41' s.t. Puddu), Cecconello, Omeragic, Dabalà; Boreggio (36' s.t. Michelon Canton), D'Alessandro, Faggin, Rodriguez (31' s.t. Paccagnella); Turea; Gashi (43' s.t. Ridzal).
Allenatore Franco Gabrieli.

UNION FELTRE (4-3-3): Borrelli; Zonta, Busatto, Giacomazzi, Salvadori; Solagna (1' s.t. Rizzo), Tanasa (20' s.t. Pelizzer), Episcopo; Madiotto, Calì (28' s.t. Gjoshi), Cossalter (42' s.t. Stefani).
Allenatore Andrea Pagan.

ARBITRO: Marco Russo di Torre Annunziata.

MARCATORI: s.t. 10' Madiotto (UF), 12' Faggin (AB), 25' Cossalter (UF).

NOTE: pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni, spettatori 200 circa. Recupero p.t. 0', s.t. 4'. Angoli 6-4 per l'Union Feltre. Ammoniti Turea (AB) e Zonta (UF). Espulso Salvadori (UF) al 27' s.t. per proteste.

Cronaca

Abano vs Union Feltre, Serie D Girone CReduce dalla scoppola del derby, l'Union Feltre va ad Abano e si prende ciò che le serviva: i tre punti. Era fondamentale schiodarsi da quota 38, lasciarsi definitivamente alle spalle lo 0-3 dello “Zugni Tauro” e ridare slancio ad un finale di stagione che va vissuto da protagonisti: mai, in serie D, si è varcata la soglia dei 50 punti. Ne mancano 9, con otto gare ancora da disputare. E' un record che non va fallito.

Non una prestazione scintillante, quella di oggi pomeriggio. Nella testa e nell'animo dei nostri la debacle col Belluno aveva evidentemente lasciato scorie pesanti. Primo tempo molle, sotto ritmo, confuso, al di là d'un avvio promettente presto svanito nel nulla. Ripresa discreta, per lo meno: prima la illumina il lampo di Madiotto, poi concediamo subito il pari, quindi è ancora Madiotto ad imbeccare Cossalter che incorna in rete e ci riporta avanti. Di nuovo, ingenuità: Salvadori si fa cacciare per un presunto gesto irriverente, c'attendono 20' in inferiorità. Ma è proprio qui che l'Union Feltre dà il meglio: si tira su le maniche, si compatta, tiene l'Abano alla larga ed anzi in un paio di occasioni va a tanto così dalla terza segnatura, legittimando il successo finale.

L'Abano schiera otto fuoriquota, alla cui freschezza affida le proprie speranze di vittoria: la classifica piange, opportunità di invertire la tendenza non ne restano più tante. Due linee da quattro, Turea a svariare alle spalle di Gashi. Sull'altro fronte, mister Pagan concede un turno di riposo a Pelizzer e ripropone Episcopo in mediana. Pinton non ce la fa neppure oggi, è ancora Zonta il terzino destro. Solagna completa il pacchetto degli under, Rizzo inizialmente s'accomoda in panca.

Pronti-via, e l'Union Feltre s'avventa sulla partita. Zonta scende sul fondo, palla dentro, tocco della difesa, Episcopo a rimorchio conclude dal limite ma il suo destro a pelo d'erba coglie in pieno il montante! Un minuto, azione per vie centrali, imbucata su Giacomazzi in proiezione offensiva, il centrale si presenta a tu per tu con l'estremo padovano ma difetta nella freddezza e lo centra in pieno: in 5' due palle-gol nitide. Cossalter prova il mezzocollo da fuori, conclusione larga (7'), ed è di fatto il nostro ultimo sprazzo, perchè da qui in avanti perdiamo mordente, molliamo la presa, l'Abano recupera posizioni e fiducia. Punizione dal lato corto dell'area, Faggin la taglia verso la porta, Borrelli smanaccia in angolo. Pochi sussulti, adesso. Deve passare la mezz'ora perchè Cossalter si accentri e la tocchi per Madiotto, che calcia rasoterra da fuori area e chiama Castaldo all'agevole parata a terra. Perdiamo palla banalmente, Rodriguez la fa sua ed imbecca Boreggio che, entrato in area dalla destra, calcia potente ma altissimo. Riposo.

Mister Pagan cambia subito: dentro Rizzo per Solagna, ruolo per ruolo, ma bastano pochi minuti perchè il giovane catanese si allarghi a destra, Cossalter sempre a sinistra, Madiotto sotto Calì, per una sorta di 4-2-4 nient'affatto inedito. Cossalter prova la soluzione mancina ma coglie l'esterno della rete, poi, d'improvviso, il numero d'alta scuola: Madiotto, ancora ispirato dal niño, riceve sulla trequarti, inizia ad ondeggiare, finta e controfinta, via uno, via due, area, via il terzo, solo di fronte al portiere, rasoterra inesorabile, 1-0! Splendido. Neanche il tempo di gustare a pieno la prodezza che ci facciamo riprendere: Turea s'incunea sulla sinistra e tocca a Faggin che controlla e fionda il destro all'angolino, 1-1. Dentro Pelizzer per Tanasa, è di nuovo Cossalter ad impegnare Castaldo, che ne devia in angolo il destro dal limite. Sul corner, la palla attraversa l'intera area di rigore, la raccoglie Rizzo sul lato opposto e la rimette dentro, Calì incorna, traversa, palla di nuovo in campo, Busatto è lì ma cicca il tap-in da distanza ravvicinata... Insistiamo, spunto di Madiotto sulla destra, linea di fondo e cross morbidissimo sul secondo palo dove Cossalter ha trovato il tempo dell'inserimento e può colpire di testa senza dar scampo a Castaldo: 2-1. Venti minuti più recupero, abbiamo la partita in pugno. Ma, dopo un contatto sulla nostra trequarti e punizione assegnata ai padovani, l'arbitro caccia Salvadori, a quanto pare per una protesta troppo vibrata. Via Calì, dentro Lillo da terzino sinistro, ora è un 4-4-1, in pratica. E' il momento potenzialmente più duro, ma è qui che l'Union Feltre dimostra il proprio valore: irretisce l'Abano, ne smorza ogni velleità e si propone in qualche ripartenza di pregio. Su tutte, quella del 45', quando il solito Madiotto porta palla, dà il tempo a Rizzo di sovrapporglisi e lo manda in porta: il mancino di Alessio, però, si perde di poco sul fondo. Anche i 4' di recupero scorrono via senza patemi. Finisce col nostro successo, ne avevamo bisogno.

di Alessandro Cossalter, collaboratore Union Feltre

Campo di gioco

Stadio Monteortone

Stadio Comunale di Abano Terme, Via dello Stadio, 1, 35031 Monteortone PD, Italia

Condividi: