Clodiense Chioggia vs Union Feltre, Serie D

Serie D Girone C | 20^ giornata | Stagione 2017/2018

2-1

Serie D Girone C, Clodiense Chioggia vs Union Feltre

Tabellino

CLODIENSE (4-3-1-2 mobile): Corasaniti; Dell'Andrea, Granziera, Dondoni, Pastorelli; Duravia, Delcarro, Abrefah; Hima (1' s.t. Marijanovic); Farinazzo (33' s.t. Conti), Cacurio (16' s.t. Mazzola).
Allenatore Massimiliano De Mozzi.

UNION FELTRE (4-3-3, poi 4-2-3-1): Borrelli; Pinton, Busatto, Giacomazzi, Salvadori; Pelizzer, Episcopo, Gjoshi (7' s.t. Tanasa); Rizzo (31' s.t. Boschet), Madiotto, Cossalter (40' s.t. Solagna).
Allenatore Andrea Pagan.

ARBITRO: Simone Pistarelli di Fermo.

MARCATORI: 2' s.t. Pastorelli (CL), 16' s.t. Madiotto su rig. (UF), 27' s.t. Farinazzo (CL).

NOTE: pomeriggio di sole, terreno in buone condizioni, spettatori 350 circa. Recupero p.t. 1', s.t. 4'. Angoli 5-2 per l'Union Feltre. Ammoniti Gjoshi (UF), Delcarro e Duravia (CL). Espulso Dondoni al 13' s.t. per fallo su chiara occasione da rete. Allontanato al 26' s.t. l'allenatore De Mozzi (CL) per proteste.

Cronaca

Clodiense Chioggia vs Union Feltre, Serie DE' una sconfitta che fa male, quella di oggi al “Ballarin”. Rimessa in sesto la partita col pareggio di Madiotto (14 gol, più che mai re dei bomber) a mezz'ora dal termine, l'Union Feltre aveva in mano il jolly della superiorità numerica: l'ha cestinato malamente, facendosi infilare dalla gran giocata di Farinazzo e non trovando la lucidità per risalire nuovamente la china. Stop pesante, il primo di un 2018 ch'era nato sotto i migliori auspici.

Abbiamo la contraerea in tribuna: Calì appiedato dal giudice sportivo, Guagnetti con la stampella. Mister Pagan ripropone capitan Salvadori, ma non rinuncia a Gjoshi, in gran forma, e lo schiera da mezzala. Ancora fuori Tanasa, è Mattia Episcopo a giostrare da play-maker. Davanti, Madiotto è il riferimento centrale, Cossalter e Rizzo gli agiscono ai fianchi. Il modulo e lo schieramento della Clodiense sono un grosso enigma: squadra camaleonte. Delcarro è il riferimento in mezzo al campo, Granziera e Dondoni i difensori centrali, Duravia il mezzodestro che però s'allarga, Pastorelli il terzino sinistro che però stringe sovente su Dondoni chiamando Abrefah a coprire il largo, mentre a destra Dell'Andrea va spesso a spingere. Davanti, gran tourbillon tra Farinazzo, Cacurio ed Hima. A volte, par quasi un 3-3-1-3 di Van Gaaliana memoria.

Il primo tempo è compassato come non mai: cadenze basse, tanti interventi arbitrali a spezzettare il gioco, manovra lenta di qua e di là. Tentativo altissimo di Cacurio dai diciotto metri, un paio di cross nostri che non trovano fortuna in mezzo all'area. Cossalter ha comunque più iniziativa di Rizzo, la Clodiense sta guardinga. Nel finale di tempo, fiammata verdegranata: al 44' Pelizzer sfonda sulla destra e mette il cross, gran gesto di Madiotto in girata volante, palla alta. Nell'unico minuto di recupero, altra prelibatezza del Dieci che, di tacco, in area, smarca lo stesso Pelizzer: in anticipo, viene probabilmente toccato da un avversario e resta giù. L'arbitro fischia due volte, per mandare le squadre al riposo, si crea un capannello, Lillo va a proteggere il compagno a terra e becca il giallo, come Delcarro sul fronte opposto. Niente rigore, pausa.

De Mozzi si gioca subito la carta Marijanovic, la cui possanza va ad irrobustire l'attacco chioggiotto. Passano un minuto e venti secondi, solita punizione laterale di Duravia, palla in area, Pastorelli ruba il tempo alla nostra linea difensiva ed all'uscita incerta di Borrelli, inzucca e mette in fondo al sacco: 1-0, senza che avessimo fin lì rischiato nulla. Pagan inserisce subito Tanasa per Gjoshi, Episcopo passa mezzala, ed al 12' prova col destro dal limite, Corasaniti la fa sua a terra senza patemi. Ci riprovano i granata di casa, Duravia centra stavolta dalla sinistra, Pastorelli anticipa di nuovo Borrelli ma incorna da pochi metri ampiamente oltre i pali. Ribaltamento, ed è la nostra azione più bella: sviluppo per vie centrali, Madiotto è venuto incontro, riceve ed allarga su Cossalter, gran biglia del niño sulla profondità in cui s'è perfettamente inserito Episcopo che controlla, entra in area ed è steso da Dondoni al momento di concludere, rigore e cartellino rosso per il centrale di casa. Proteste, sanitari, van via tre minuti. Madiotto sistema la palla, rincorsa, Corasaniti spiazzato, 1-1. De Mozzi deve inserire Mazzola e spostare Pastorelli in mezzo alla difesa: ora è un 4-3-2, di fatto. Pagan non indugia un attimo: Episcopo va quindici metri avanti, sotto Madiotto, in mezzo restano Tanasa e Pelizzer, 4-2-3-1, a far pesare l'uomo in più. 17', scambio tra Rizzo e Pinton, cross ampio del terzino, grande stacco di Madiotto che la frusta di testa, intervento pazzesco di Corasaniti che la va a togliere in tuffo alla propria destra con un riflesso prodigioso. Puntatina di Rizzo dall'interno dell'area, altra respinta dell'estremo veneziano, davvero reattivo. De Mozzi eccede in proteste, e viene cacciato, noi eccediamo in leggerezza: persa palla in fase offensiva, la ripartenza della Clodiense ci trova del tutto fuori equilibrio, tanto che Farinazzo ha modo di triangolare con Marijanovic e, ricevuto il tocco di ritorno, controllare sul limite dell'area e disegnare una parabola mancina a fil di palo che lascia Borrelli impietrito. 2-1 per loro, incredibile. Dentro Boschet per Rizzo, è ancora Episcopo a suonare però la carica: bello lo spunto sulla destra a trovare il fondo, palla saggia a filo d'erba dentro l'area, arriva Cossalter indisturbato che impatta col destro di prima intenzione ma non dà angolo, centrando in pieno Corasaniti alla figura! Una decina di minuti al termine, corner da sinistra, Tanasa sceglie bene i tempi dell'inserimento, ma la sua incornata si perde alta. Solagna rileva Cossalter, Madiotto prova su punizione dai 25 metri, sorvolando la traversa. La Clodiense la difende con i denti, e se la porta a casa.

di Alessandro Cossalter, collaboratore Union Feltre

Campo di gioco

Stadio Aldo e Dino Ballarin

STADIO \"ALDO E DINO BALLARIN\", Viale della Stazione, 30, 30015 Chioggia VE, Italia

Condividi: