La Juniores 18-19, al timone Mauro Cappellaro

Mauro Capellaro, allenatore degli Juniores Union FeltreLi abbiamo lasciati un paio di settimane fa, festanti: avevano sconfitto la Liventina al termine di una finale tiratissima e si erano aggiudicati il “Gallego”, una tra le rassegne estive più prestigiose. Dopo il quinto posto in campionato, ed i play-off mancati per un soffio, i ragazzi della nostra Juniores avevano coronato con quel trofeo una stagione assolutamente positiva. Andata in archivio la vecchia, martedì scorso ha in qualche modo preso il via la nuova, con la presentazione in sala Ocri della squadra 2018-2019. Sulla panchina verdegranata, la certezza di Mauro Cappellaro.

“Avremo una rosa di 18/19 giocatori -ci spiega il mister-. Il gruppo dei 2001, quello dei 2000, un paio di ’99, Nicoli e Sartor, compatibilmente con eventuali impegni di lavoro. Per varie ragioni, non saranno più dei nostri Bettega, Coppe, Di Noto e Zannin. Capra e Raveane faranno la preparazione estiva con la Prima Squadra: è il nostro ed il mio obiettivo, quello di fornire quanti più elementi possibili al gruppo della serie D. Bordin, Cecini e De Carli idem, tutti nati nel 2001. Sarà poi il tempo a stabilire opportunità e cadenze. Di sicuro, Prima Squadra e Juniores lavoreranno in sinergia, moduli simili, idee di calcio convergenti. D’altro canto, sono due anni che io e Sandro Andreolla lavoriamo a stretto contatto: ci sono concetti di fondo che ci uniscono. E’ importante che i nostri ragazzi, al momento di spiccare il salto, abbiano acquisito quante più certezze possibili”.

Quinto posto nello scorso campionato, pur con i diversi punti lasciati per strada ad inizio-torneo… “Ed anche nelle prime giornate di ritorno! Abbiamo peccato sotto un aspetto, in particolare: il rendimento interno. Fuori casa abbiamo fatto registrare il secondo ruolino di marcia dell’intero campionato, al Boscherai abbiamo incassato troppe sconfitte, per i miei gusti… Ci sono gare in cui ti devi saper accontentare, per una volta pòrtati via il pari, senza sbilanciarti e rischiare per la smania di vincerla… Ma ora abbiamo un vantaggio: conosco meglio i miei ragazzi, loro stessi possono contare su un’intesa migliore. E’ un gruppo che mi dà affidabilità, ed anche qualitativamente, al completo, possiamo dire la nostra. Quindi, vediamo di migliorare i 49 punti della scorsa stagione e di centrare i play-off. E, ancor prima, di continuare a sfornare giocatori in grado di far parte della rosa della serie D”.

Quando iniziate con la preparazione? “Il campionato Juniores è quello che parte per ultimo, metà-settembre. Cominceremo la preparazione vera e propria il 16 di agosto, ma nelle due settimane precedenti le gambe inizieremo comunque a farle girare, e, oltre a questo, ogni giocatore avrà un suo programmino di lavoro da portare avanti per suo conto. Vogliamo arrivare al debutto belli reattivi…”

(AC)

Condividi: