Union Feltre vs Delta Porto Tolle, Serie D Girone C

Serie D Girone C | 27^ giornata | Stagione 2017/2018

2-1

Serie D Girone C, Union Feltre vs Delta Calcio Porto Tolle

Tabellino

UNION FELTRE (4-3-3): Borrelli; Paludetto (33' s.t. Zonta), Busatto, Giacomazzi, Gjoshi; Pelizzer (30' s.t. Episcopo), Tanasa, Rizzo (27' s.t. Solagna); Madiotto, Calì, Cossalter (44' s.t. Boschet).
Allenatore Andrea Pagan.

DELTA PORTO TOLLE (4-4-2 p.t., 4-3-3 s.t.): Bala; Menini, Tarantino, Mboup, Presello (14' s.t. Dalla Vedova); Capogrosso (20' s.t. Roveretto), Arvia (25' s.t. Cavallini), Gattoni, Karapici (14' s.t. Selimi); Pasi, Vuthaj (14' s.t. Alessandro).
Allenatore Alessandro Tessarin.

ARBITRO: Francesco d'Eusanio di Faenza (RA).

MARCATORI: p.t. 13' Giacomazzi (UF), 32' Madiotto su rigore (UF); s.t. 47' Roveretto (DPT).

NOTE: pomeriggio coperto, terreno in ottime condizioni, spettatori 350 circa. Recupero p.t. 1', s.t. 5'. Angoli 7-4 per il Delta. Ammoniti Solagna (UF), Mboup, Presello, Bala, Tarantino e Selimi (DPT).

Cronaca

Union Feltre vs Delta Porto Tolle, Serie D Girone CTredicesima vittoria stagionale, Delta spedito a sei lunghezze, Adriese scavalcata al sesto posto, tre punti sgraffignati al Mantova, altri due all'Este: l'Union Feltre si porta via dal suo pomeriggio tutto il bene che poteva contenere. Soprattutto, sfodera una delle migliori prestazioni del proprio campionato: gran calcio nel primo tempo, in particolare dalla metà in poi, gran controllo della gara nella ripresa, quando gli uomini di mister Pagan hanno saputo mettersi a copertura del campo senza mai andare in affanno, abbassando i ritmi ed inaridendo ogni fonte di gioco rodigina. Peccato per la rete subita in pieno recupero, a macchiare un tabellino che non l'avrebbe meritato.

Out i due terzini, Gjoshi va a sinistra, Paludetto a destra: intuizione che si rivelerà esatta. Rizzo è il fuoriquota di metà campo, davanti tridente d'ordinanza. Il Delta si muove su due linee da quattro, Vuthaj riferimento offensivo, Pasi talora seconda punta, talora di raccordo sulla trequarti. Buon pubblico, il manto dello “Zugni Tauro” ha drenato l'acqua di questi giorni come meglio non avrebbe potuto.

Avvio equilibrato, le squadre si studiano. Alla prima sortita di Paludetto, andiamo in vantaggio: Piero si guadagna una punizione sulla destra, Tanasa arcua la parabola sul secondo palo, Giacomazzi s'è smarcato e, in tuffo, va a colpire di testa ed a battere l'estremo Bala, 1-0. Il Delta tenta di organizzare una reazione, che tuttavia produce nient'altro che un sinistro di Vuthaj dal limite dell'area: soluzione secca ma centrale, Borrelli abbranca in presa. Da qui, è solo Union Feltre. Tanasa spara su punizione toccatagli corta, pallone che sbatte sul muro e termina in corner. Poco dopo, l'azione più bella della partita: Cossalter si accentra da sinistra e sventaglia sull'avanzata di Paludetto, bel controllo in corsa, dai e vai perfetto con Madiotto, incursione in area, Presello prova a chiudere ma tocca il giovane verdegranata, rigore! Dal dischetto, Madiotto spiazza Bala e trova il suo 18° centro stagionale, nonché il 50° sigillo da quando è all'Union. Applausi.

Punizione di Pasi appena spostata sulla destra, fuori di poco, poi accelerazione portentosa di Cossalter che salta un uomo per vie centrali e brucia in dribbling il portiere in uscita disperata: fallo, ammonizione, secondo penalty nel giro di cinque minuti. A sorpresa, se ne incarica Calì, fucilata di destro, Bala ha battezzato l'angolo e respinge, peccato. Il primo tempo si chiude con la giocata di Rizzo che, visto Bala fuori dai pali, prova a beffarlo dal cerchio di centrocampo: il portiere ospite fa in tempo a tornare sui suoi passi ed intercettare. Intervallo.

Il Delta deve smuovere le acque, se vuol provare a riaprire la contesa. Dunque, mister Tessarin opta per il cambio modulo: Pasi si apre a destra, Capogrosso si alza sulla fascia opposta, Karapici stringe su Arvia, per un 4-3-3 che vorrebbe metterci sotto sugli esterni. Ma Pelizzer e Madiotto di qua, Rizzo e Cossalter di là giungono in costante supporto dei terzini, e non paghiamo il minimo dazio. In apertura, gran torsione di Vuthaj su cross dalla sinistra di Presello, palla fuori di poco. I rodigini gestiscono palla e provano a farla girare, ma l'Union Feltre tiene le posizioni ed imbriglia i più creativi tra gli ospiti. Tessarin prova col triplo cambio al 14', Pagan concerta con Tanasa i definitivi aggiustamenti in mezzo al campo, e la ripresa scorre via senza che concediamo mezza chance. Quando il Delta ha già esaurito i cambi, Pagan avvicenda le due mezzali, quindi richiama Paludetto (applauditissimo) inserendo Zonta. Al 37', su lancio lungo dalle retrovie, Solagna trova i tempi dell'inserimento, controlla già in area e conclude, ma è bravo Bala ad uscirgli incontro ed a deviare in angolo. Due minuti più tardi, botta di Gattoni col mancino, pronta risposta di Borrelli in tuffo. Entra anche Boschet per Cossalter. Su spiovente da destra, nessuno grida a Zonta “solo”, il terzino non si fida e concede angolo: sul cross dalla bandierina, Roveretto s'inventa un tacco volante magnifico, Borrelli è impietrito, 2-1. Nei 3' che restano, il timore di veder svanire una vittoria che pareva già messa via, ma rischi seri non ne corriamo più. E' nostra!

di Alessandro Cossalter, collaboratore Union Feltre

Campo di gioco

Stadio Zugni Tauro

Stadio Zugni Tauro, Via Luigi Negrelli, 5, 32032 Feltre BL

Condividi: