Riscaldamento prepartita di Union Feltre vs Tamai al Boscherai di Pedavena

Serie D Girone C | 19^ giornata | Stagione 2017/2018

2-1

Serie D Girone C, Union Feltre vs Tamai

Tabellino

UNION FELTRE (4-3-3): Borrelli; Pinton, Busatto, Giacomazzi, Gjoshi; Pelizzer, Episcopo, Rizzo (25' s.t. Solagna); Madiotto (44' s.t. Salvadori), Calì, Cossalter (19' s.t. Boschet).
Allenatore Andrea Pagan.

TAMAI (4-2-1-3): Zonta; Cramaro, Colombera, Faloppa, De Biasi; Pignat, Poletto (42' s.t. Nadal); Giglio (29' s.t. Sellan); Alcantara, Maccan, Bezzo.
Allenatore Vinicio Bisioli.

ARBITRO: Davide Conti di Seregno (MB).

MARCATORI: p.t. 2' Madiotto, 19' De Biasi, 38' Giacomazzi.

NOTE: pomeriggio coperto, spettatori 400 circa. Recuero p.t. 0', s.t. 7'. Angoli 7-3 per l'Union Feltre. Ammoniti Calì (UF), Poletto, Colombera, Pignat e De Biasi (TA). Espulso al 51' s.t. Calì per doppio giallo.

Cronaca

Riscaldamento prepartita di Union Feltre vs Tamai al Boscherai di PedavenaCorsara ad Adria sette giorni fa, l'Union si ripete nel freddo pomeriggio del Boscherai e mette sotto il Tamai: vendicata la stramba sconfitta dell'andata, messe di nuovo in fila due vittorie, dopo quelle con Ambrosiana e Montebelluna di oltre tre mesi fa. Il girone di ritorno è iniziato che meglio non si poteva, la classifica ci fa gli occhi dolci, le sabbie mobili dei bassifondi son distanti mille miglia... Prendiamo in prestito le parole di Giovanni Madiotto, negli spogliatoi: ora, è da battere il ferro fin ch'è caldo. Siamo sull'onda: cavalchiamola.

Ancora fuori Tanasa e Salvadori (solo in panchina), è Giacomazzi a sostituire lo squalificato Guagnetti nel cuore della difesa. Gjoshi di nuovo terzino dopo il gol-partita del “Bettinazzi”, Alessio Rizzo ritrova una maglia da titolare, da mezzala sinistra, e debutta Episcopo dal 1': regista, per la miseria! Dicesi duttilità: sapevamo ala, sapevamo mezzala, e invece Pagan, favorevolmente impressionato dal suo spezzone adriese, gli mette in mano le chiavi della squadra. “Fai il play, Mattia”. Neanche 'na piega. Cossalter ha smaltito la botta rimediata a Sacile, in Rappresentativa, e sta esterno alto, con Madiotto sull'altra fascia. Di fronte, difesa a quattro per il Tamai, ma De Biasi si sgancia molto più volentieri dell'omologo Cramaro. Centrocampo a tre ma strano: due mediani, Giglio più avanzato, a toccare decine di palloni ed ispirare il tridente, Alcantara-Maccan-Bezzo. Bello scenario, tatticamente parlando, perchè i due reparti di centrocampo numericamente si equivalgano, ma a fare la differenza è il supporto dei terzini, l'abbassarsi o l'accentrarsi delle ali, l'abilità di Calì/Maccan nello smistare palloni e variare il tipo di appoggio ai compagni...

Pronti-via, siamo in vantaggio: Cossalter si fa luce sulla sinistra, converge e dosa l'assist in area, Madiotto, col suo taglio tipico, dal largo va a puntare il primo palo, brucia la retroguardia delle furie rosse e graffia in anticipo con la suola facendo secco Zonta. 1-0, è un bel cominciare. Il Tamai è scosso, l'iniziativa è tutta nostra. Entrataccia di Poletto su Madiotto, oggi capitano, ispiratissimo: è solo ammonizione, per il signor Conti. Calì fa a sportellate dentro l'area, difende palla e calcia in girata: la palla batte su Colombera, angolo. Quasi venti minuti di monologo, senza il minimo patema. Eppure, al primo corner, il Tamai trova il pari: Pignat può svettare indisturbato ad otto metri dalla porta, la impatta di striscio ma trova le gambe del compagno De Biasi all'altezza del secondo palo, tocco da un metro, 1-1. Troppo facile, così. Il Tamai si scuote dal suo torpore, prende un po' di coraggio, Giglio viene a cucire il gioco. Ma è di nuovo Madiotto a rendersi protagonista: magnifica punizione tagliata dai 25 metri, appena spostata sulla sinistra, risposta plastica di Zonta che la va a togliere dal sette. 24', Faloppa perde una palla sanguinosa sui trenta metri, Madiotto s'invola e, a tu per tu con Zonta, ne centra la figura: chance monumentale. Replica ospite, azione insistita sulla destra, Alcantara trova lo spiraglio per crossare, deviazione aerea e palla prolungata, grande stacco di Maccan, gran colpo di reni di Borrelli a deviare in corner appena sotto la traversa. Ora la partita è bella. Rizzo converge e spara col sinistro, deviazione ed angolo, lo battiamo corto, palla allo stesso Rizzo che dipinge il cross col mancino, stacco portentoso di Giacomazzi, incornata imparabile, 2-1! Di nuovo avanti, gestiamo i pochi minuti che restano prima del riposo senza concedere nulla.

Non ci sono cambi, al rientro delle squadre in campo. Bella combinazione Cossalter-Rizzo, sinistro del catanese, alto. Spingiamo da subito, con convinzione. Splendida palla in corridoio di Madiotto, che premia la fuga del niño: Alex entra in area e sta per battere col sinistro, fischio arbitrale, fuorigioco! Mah... Ancora Cossalter, palla a Madiotto, tacco sontuoso a chiudere il triangolo, Alex trova il fondo e centra col sinistro, Zonta esce e blocca in presa: gran calcio. Boschet rileva lo stesso Cossalter, che pure era vivo (la botta di mercoledì, probabilmente, si fa sentire), Madiotto si smazza in copertura e aggancia di collo destro prima di ripartire in dribbling e subire fallo: applausi, perchè Lillo ha Alcantara dalla sua parte -brutto cliente, bella gamba- ed i raddoppi di capitan Gio sono decisivi... Il Tamai ora fa possesso, siamo a metà ripresa, ma non sa rendersi pericoloso. Bisioli si gioca la carta-Sellan, passando al 4-4-2. Rizzo aveva da poco ceduto il posto a Solagna, che prova di mezzocollo da posizione decentrata, Zonta può bloccare a terra. Gli ospiti guadagnano campo, buttano miliardi di palloni a cercare la spizzata di Maccan, ma Busatto e Giacomazzi non abbassano la guardia mai. Salvadori rileva Madiotto, stremato e salutato con calore dal suo pubblico. Nel recupero, mischione, carambola sospetta, Maccan può esplodere il destro ma la chiude troppo, palla sul fondo. Contropiede, Calì calcia un istante dopo che l'arbitro ha fischiato l'off-side, secondo giallo un tantino fiscale, con i contrasti e l'animosità vista oggi in campo... I 5' di recupero diventano sette abbondanti, Boschet s'invola sulla sinistra, Zonta gli esce incontro e, col corpo, riesce a respingere. Occasionissima per chiuderla, ma tanto tempo non ce n'è più, è nostra, alè!

di Alessandro Cossalter, collaboratore Union Feltre

Campo di gioco

Impianti Sportivi Boscherai

Impianto sportivo Boscherai, Via Guglielmo Marconi, 11/f, 32034 Pedavena BL, Italia

Condividi: