Virtus Verona vs Union Feltre, Serie D Girone C

Serie D Girone C | 24^ giornata | Stagione 2017/2018

1-0

Serie D Girone C, Virtusvecomp Verona vs Union Feltre

Tabellino

VIRTUS VERONA (4-3-1-2): Sibi; Concato, N'ze, Maccarone, Demian; Burato, Santuari, Alba (29' s.t. Speri); Manarin; Goh (40' s.t. Lionetti), Grbac (42' s.t. De Marchi).
Allenatore Luigi Fresco.

UNION FELTRE (4-3-3): Borrelli; Pinton (42' s.t. Zonta), Busatto, Giacomazzi, Salvadori; Pelizzer, Episcopo, Gjoshi (7' s.t. Calì); Boschet (7' s.t. Solagna), Madiotto, Cossalter (33' s.t. Stefani).
Allenatore Andrea Pagan.

ARBITRO: Sig. Catanoso di Reggio Calabria.

MARCATORI: 26' p.t. Goh.

NOTE: pomeriggio coperto, terreno in ottime condizioni, spettatori 300 circa. Recupero p.t. 0', s.t. 5'. Angoli 7-2 per l'Union Feltre. Ammoniti Grbac, Alba e Burato (VV), Episcopo, Calì e Stefani (UF).

Cronaca

Virtus Verona vs Union Feltre, Serie D Girone CRammarico ed orgoglio, insieme. Questo ci lascia il pomeriggio al “Gavagnin”: il senso di frustrazione per venirne via a mani vuote e nel contempo la piena consapevolezza d'aver fatto un partitone, nella ripresa in modo particolare, mettendo per larghi tratti la seconda della classifica dentro la propria area e costruendo opportunità a ripetizione per violare la sua porta. Un legno, due salvataggi sulla linea, un rigore concesso e poi cassato (incredibile l'analogia col match d'andata), un altro solare ma “sostituito” dal fischio per una presunta scorrettezza di Calì... Soprattutto, una personalità ed una spavalderia che certo avrebbero meritato miglior sorte.

A sorpresa, il fuoriquota Rizzo, non al meglio, cede il posto al fuoriquota Boschet: due 2000 “canterani” esterni d'attacco. In mezzo, lo squalificato Tanasa è rimpiazzato da Gjoshi, mezzala, con Episcopo davanti alla difesa. Nella Virtus, Santuari giostra da play-maker, Grbac e Manarin si alternano nello spalleggiare il potente Goh. Si gioca di fronte ad un buon pubblico, ha smesso da poco di piovigginare.

Buon avvio dei rossoblù di casa, Manarin spara da fuori, Borrelli si inarca e la va a togliere da sotto la traversa: angolo, nell'intero match la Virtus ne calcerà soltanto un altro, contro i 7 verdegranata. L'Union Feltre risponde subito, soprattutto a destra, sulla catena Pinton-Pelizzer-Boschet. Ma è Madiotto, all'11', a portare la prima insidia ai veronesi, con un destro in corsa che viene deviato da uno stinco e muore non di molto sul fondo. Prendiamo sempre più campo, sempre più fiducia. La gara è gradevole, ma produce rari sussulti. Finchè, al 26', dal nulla, l'azione che la deciderà: rimessa alta in favore dei locali, palla su Grbac, grande spunto sulla sinistra e cross vellutato, abbiamo incredibilmente mollato Goh N'Cede che può staccare da quattro metri e depositare senza indugio in fondo al sacco, 1-0. Siamo sotto, improvvisamente. E andiamo al contrattacco: Giacomazzi incorna a lato una punizione calciata dalla sinistra, Boschet dal fronte opposto la mette dentro tagliata, Busatto la colpisce sporca, Sibi la fa sua comoda. Mister Pagan inverte Episcopo e Pelizzer, ora centrale. Quasi in chiusura di tempo, un'altra chance, quando lavoriamo palla sulla sinistra, Gjoshi trova lo spazio per il cross rasoterra, Cossalter la sbuccia da buona posizione, nulla di fatto. Intervallo.

Al rientro, nessun cambio, e Pelizzer è ancora il nostro play. Madiotto, di mestiere, si procura una punizione, non troppo fuori area ma assai defilata sulla sinistra. Se la farà toccare o va di prima? Va di prima, ed è un gioiello: destro arcuato a superare la barriera, traiettoria euclidea, Sibi vanamente in volo, palo pieno poco sotto il sette, palla risputata in campo! Pennellata d'artista, peccato. Doppio cambio di Pagan, che si affida ai muscoli ed alla garra di Calì, con Solagna inserito da mezz'ala sinistra. Al 9', angolo di Madiotto battuto basso, la palla filtra, Sibi va giù ma non la trattiene, Calì vi si fionda in estirada ma la mira gli fa difetto e trova solo il fallo di fondo. Ora carichiamo, intensità e palla a terra e Virtus schiacciata. 11', altro corner, svetta di nuovo Giacomazzi che trova la palombella esatta, se non fosse che, a Sibi scavalcato, un difensore di casa sventa sulla linea! Tre minuti più tardi, ci prova Solagna, mezzo esterno destro, effetto ad uscire, fin troppo, pallone out. Attacchiamo senza soluzione di continuità. Al 20', Calì vince il contrasto due metri fuori area, Madiotto s'inserisce e, ormai a tu per tu con Sibi, viene steso platealmente. L'arbitro fischia, sì, ma ha ravvisato un'infrazione dello stesso Calì... La Virtus alleggerisce per un attimo la pressione, quando Goh si fa largo sulla sinistra, converge, tocca dietro per Grbac, destro mal calibrato. Poco oltre la mezz'ora, è più insidioso il mancino del neo-entrato Speri, che sorvola d'una spanna la traversa. Ma da qui, riprendiamo a spingere. Madiotto, 35', esplode il collo esterno dai 22 metri, Sibi si inarca e devia in angolo. Poi, su traversone da destra di Pinton, la difesa non libera, Calì s'avventa sul pallone vagante e supera Sibi uscitogli incontro col pallonetto: il salvataggio di Maccarone sulla linea di porta pesa tanto quanto un gol. Passa neppure un minuto, palla in corridoio per Pinton che arriva a cento all'ora e viene falciato: il direttore di gara fischia prontamente e, nel dirigersi verso il dischetto, scorge la bandierina alzata del suo assistente. Dietrofront, via il rigore, proprio come un girone fa, allo “Zugni Tauro”... C'è appena il tempo per altri due cambi ed un contropiede virtussino chiuso dal sinistro potente di De Marchi cui Borrelli risponde con prontezza. Se ne vanno anche i cinque di recupero, usciamo sconfitti, e con la testa alta.

di Alessandro Cossalter, collaboratore Union Feltre

Campo di gioco

Centro Sportivo Gavagnin-Nocini

Centro Sportivo Gavagnin-Nocini, Via Montorio, 112, 37131 Verona VR, Italia

Condividi: